sabato, Marzo 2, 2024
Google search engine
HomeNewsAree peep e paip e suolo pubblico: il consiglio approva

Aree peep e paip e suolo pubblico: il consiglio approva

Nella seduta di oggi il consiglio comunale ha esaminato alcuni atti deliberativi propedeutici al bilancio di previsione 2023-2025, all’ordine del giorno della seduta odierna.

Oltre alle delibere relative alle aliquote IMU e alla addizionale Irpef, sono stati approvati due atti inerenti, il primo, all’individuazione delle aree PEEP e PAIP da concedere in diritto di superficie o da cedere in proprietà, con i relativi corrispettivi ipotizzati per il 2023 e, il secondo, alla modifica del Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale e dei relativi elenchi delle strade.

La prima delibera, approvata con 19 voti favorevoli, 9 contrari prevede che le entrate 2023 per le operazioni di cessione delle aree PEEP da destinare a residenza saranno pari a294.160,87 euro, mentre per le aree PAIP da destinare a insediamenti produttivi è previsto un incasso di 294.913,77 euro. In entrambi i casi non si prevedono spese per l’anno 2023.

Il secondo atto, approvato con 19 voti favorevoli, 9 contrari e 1 astenuto, provvede a operare una riclassificazione di alcune strade negli elenchi allegati al regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, resasi necessaria per modifiche intervenute nelle loro caratteristiche commerciali o per la correzione di meri refusi. 
La delibera, inoltre, approva una modifica dell’articolo 57 del regolamento, volta a introdurre, anche nella disciplina del canone unico, la previsione di un’esenzione per le occupazioni effettuate da coloro i quali promuovono manifestazioni od iniziative a carattere politico, purché l’area occupata non ecceda  i 10 metri quadrati, così comegià disciplinato nella previgente tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche della Legge 549 del 1995.

il primo  atto è stato illustrati in aula dall’assessore all’Urbanistica Federico CIni, il secondo dall’assessore al Bilancio Orlando Masselli, 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments